Prigioniero della “bonaccia”, 40enne disperso i mare a Montalto di Castro

Prigioniero della “bonaccia”, 40enne disperso i mare a Montalto di Castro

luglio 24, 2018 0 Di admin

MONTALTO DI CASTRO – Ieri notte, dopo diverse ore di ricerche, è stato ritrovato un velista disperso a largo di Montalto di Castro, a seguito della segnalazione effettuata dalla moglie, preoccupata per il mancato rientro del marito, partito alle ore 17.30 da Pescia Romana.

L’uomo, di circa quarant’anni, era solito effettuare uscite in mare partendo da Pescia Romana veleggiando verso Monte Argentario a bordo di un piccolo laser bianco di 4 mt.

La segnalazione, pervenuta alle ore 21.45, metteva in allerta la Sala operativa della Guardia Costiera di Civitavecchia, la quale disponeva l’immediato intervento della dipendente Motovedetta CP891, unità specializzata nella ricerca e salvataggio in mare. E’ stato inoltre allertato il personale dell’Ufficio di Montalto di Castro che, in concorso con locali pattuglie dei Carabinieri e della Protezione Civile, perlustrava il litorale interessato via terra.

Sebbene le condizioni meteo marine fossero ottimali, la giornata era caratterizzata dalla parziale assenza di vento che rendeva difficoltoso il rientro del piccolo natante a vela, ormai in mare da diverse ore.

Solamente a mezzanotte, la motovedetta della Guardia di Finanza V902 della Stazione Navale di Civitavecchia, già in pattugliamento nella zona per servizi di istituto, segnalava nella zona interessata l’avvistamento di un natante avente le medesime caratteristiche dell’unità dispersa. Veniva così ritrovato il diportista a circa trecento metri dalla costa, il quale una volta verificate le buone condizioni di salute ed assicurato il rientro verso riva, è stato accolto dalle pattuglie terrestri impiegate nelle ricerche.

La guardia Costiera raccomanda, prima di uscire in mare, di informare familiari, amici o conoscenti, in merito alla navigazione da effettuare, indicando anche l’ora prevista per il rientro e di verificare sempre le condizioni meteomarine sulla rotta da percorrere.

​​​​​Per le emergenza in mare è attivo il numero blu 1530 gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno.